I SENTIERI DI HIBIKI

Hibiki e Chris sono finalmente felici e insieme.
Il ragazzo che ha rubato il cuore del brillante avvocato londinese tuttavia non riesce a stare lontano dai guai…
Un passato scomodo, una proposta indecente, una minaccia che si affaccia all’orizzonte: come potrà Hibiki salvare tutti coloro che ama senza distruggere il suo stesso cuore?
In una Londra cupa e bellissima sono pronti a combattere contro tutto per salvare i loro cuori dalla furia del mondo, ma potranno vincere contro tutto ciò che si abbatterà su di loro?



Leggi un breve estratto
«Vuoi trasformarti in un’aragosta?»
L’ombra di Chris si proiettò sul corpo Hibiki; steso sulla sabbia finissima era un’opera d’arte racchiusa in una cornice candida, che brillava al calore del sole.
Si sedette accanto posando le mani sulle spalle, distendendo con cura la lozione protettiva, muovendo con lentezza le dita che penetravano con vigore in quella cute ancora umida dal bagno che si era da poco concesso.
Sollevò appena il capo dalle braccia, che teneva incrociate sotto il mento, aprendo gli occhi e riprendendosi dal dormiveglia che spesso lo assaliva in spiaggia.
«Scommetto che ti piacerebbe spalmarmi del burro per cuocermi e magari divertirti a mordermi come faresti con uno di quei mostri sgraziati che adori alla follia»
Vide il volto di Chris posarsi su di lui, sussurrandogli all’orecchio: «Perché morderti quando posso gustarti nella tua interezza» osservò, mentre la sua mano scivolava veloce verso il fondoschiena del ragazzo, insinuandosi sotto gli short con una fantasia tecnica di colore blu, del tutto simili a quelli che indossava lui.
«Guarda che anche se non posseggo chele come quei ridicoli crostacei posso sempre pizzicare il tuo sedere!» esclamò Hibiki voltandosi di scatto, tentando di sopraffare l’uomo che, dopo qualche istante di smarrimento, riuscì a spingere il ragazzo contro la sabbia bloccandogli i polsi.
«Vedo che il clima e la pace di questo posto non ha intaccato lo spirito ribelle del nostro Hibiki» convenne Chris sedendosi su di lui.
«Né tanto meno il tuo atteggiamento lascivo – replicò l’altro sollevando il mento per scorgere le proprie mani che cercavano di liberarsi da quella presa – E quanto pensi di tenermi prigioniero prima che…»
«Quando sarà necessario, mio piccolo cigno…»
«Potrei mettermi a urlare, lo sai?»
«Oh, e tutti accorrerebbero a salvare questo splendido fanciullo soggiogato dal bruto di turno»
A un tratto il ragazzo vide Owen avvicinarsi tenendo tra le mani una coppa di gelato adornata da coloratissimi ombrellini di carta.
«Vuoi due vi divertite sempre così?» chiese gustandosi quella prelibatezza.
«Invece di restartene lì a rimpinzarti, perché non aiuti il tuo impagabile fratellone?» lo esortò tentando di nuovo, inutilmente, di rialzarsi.


Edizioni FdBooks
Pagine: 218


www.fdbooksfree.wordpress.com

Compralo On-Line
Lo Trovi Su:
Disponibile anche
in versione EBOOK